mercoledì 30 novembre 2016

WWW... Wednesday! #24

Pubblicato da Jess 91 a 17:34:00 3 commenti
Ciao a tutti! Come va? Io ho un mal di testa tremendo oggi, colpa dello studio e del freddo, credo. Ma veniamo a noi... è tempo di W...W...Wednesday! Ricordo che è un'iniziativa del blog Should Be Reading e riguarda le nostre letture settimanali.

What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?) 

Ho letto giusto qualche pagina di Non dirgli che ti manca di Alessandra Angelini (edito dalla Newton Compton). 
 
 
 What are you recently finish reading?
(Cos'hai appena finito?)
 
In questi giorni nulla, ma sabato ho recensito La distanza tra me e te di Lucrezia Scali. Trovate la mia opinione qui
 
 
What do you think you’ll read next?
(Quale pensi sarà la tua prossima lettura?)
 
Cercherò di finire il libro della Angelini e poi vorrei anche iniziare quello nuovo di Eleonora Mandese, Cercasi fidanzato per Natale. Della stessa autrice ho letto "In fuorigioco per te" e mi era piaciuto molto! Ho avuto modo di seguire un'intervista su Facebook di Eleonora e posso senz'altro dirvi che è una ragazza simpatica e molto dolce! :)
 
   
 Ed eccoci arrivati alla fine. Voi che state leggendo di bello? Come al solito potete lasciarmi in un commento i vostri WWW! <3 Alla prossima!

sabato 26 novembre 2016

La distanza tra me e te, Lucrezia Scali - recensione

Pubblicato da Jess 91 a 12:51:00 3 commenti
Buon sabato a tutti! :) Ieri sera ho terminato La distanza tra me e te, secondo romanzo di Lucrezia Scali, di cui ho apprezzato molto "Te lo dico sottovoce" (trovate la recensione qui). 

Isabel abita a Roma: poco socievole, precisa, abitudinaria, programma la sua vita nel dettaglio. Non sopporta le sorprese, non le piace cambiare i suoi piani all’ultimo momento e considera l’imprevisto un vero nemico. Andreas vive in un piccolo bilocale a Torino, dove gestisce l’officina del padre. Ama la compagnia degli altri, il rischio e l’avventura. Due mondi incompatibili, uniti solo da una comune passione: i cani. Entrambi ne hanno uno, a cui sono legatissimi. Ed è proprio quando li accompagnano a una gara, che Isabel e Andreas s’incontrano. O per meglio dire, si scontrano, perché l’impatto non è dei migliori. Quasi per gioco, i due prendono a scriversi su Facebook. Brevi messaggi conditi da ironia e frecciatine. Sarebbe tutto perfetto, se Isabel non fosse sposata e Andreas fidanzato...





Allora, scrivere questa recensione non sarà affatto facile. Inizio col dire che adoro lo stile di Lucrezia, scrive davvero bene e la lettura scorre sempre senza difficoltà, su questo non c'è dubbio. Però, c'è un però... la storia, stavolta, non mi ha particolarmente convinta. Magari sono io che avevo le aspettative alte a causa del primo romanzo, non so... 
Ma vediamo in dettaglio chi sono i personaggi e di cosa parla.
Protagonisti di questo romanzo sono Isabel e Andreas. Lei è una giovane donna di 29 anni sposata con Mattia, gran lavoratore (anche troppo). Abitano a Roma e hanno un'adorabile cagnolona di nome Frida, che è praticamente l'unica (o quasi) a riempire il senso di "vuoto" che prova Isabel. Lei non lavora, si dedica alla casa e alle sue passioni, di cui la principale è proprio quella che causerà il suo incontro con Andreas: l'agility-dog. Lui abita a Torino, ha 30 anni e convive con Regina. Lavora nell'officina del padre (deceduto da tempo) e in comune con la nostra bella romana ha proprio la passione per gli animali, difatti anche lui ha un cane, Ulisse. Il loro incontro-scontro avverrà proprio a una gara di agility e sarà Ulisse - incuriosito e attratto da Frida - a causare l'impatto tra i padroni. Pur riconoscendo entrambi una bellezza oggettiva verso l'altro/a, inizialmente proprio non vanno d'accordo e la diffidenza che Isabel prova nei confronti di Andreas è palpabile; quando lui la contatta su Facebook, lei inizialmente crede che lo faccia per prendersi gioco della sua "pessima" esibizione durante la gara ed è veramente restia ad accettare la sua amicizia sul social network. Eppure lui ha buone intenzioni: non riesce proprio a capacitarsi del perché, eppure è incuriosito da lei, e nonostante tutto, quello di sentirsi diventa ben presto una necessità per entrambi. 
Mattia, d'altronde, non c'è quasi mai per Isabel e Regina sembra proprio non essere la donna ideale di Andreas... 
Dopo un'infinità di messaggi (ai quali è dedicata buona parte dei capitoli), alla fine scatta immancabilmente la voglia di andare oltre, di vedersi, di stare insieme - soprattutto da parte di Andreas, che lo ammette più "sfacciatamente" rispetto a Isabel. I due s'incontreranno nuovamente a un'altra gara e la complicità e l'attrazione saranno ormai ben chiari... ma come gestire questo rapporto? Lei è pur sempre una donna sposata e, in fin dei conti, anche Andreas ha una compagna; dire bugie, anche se apparentemente a fin di bene, a volte non è affatto facile... del resto dall'altra parte ci sono due persone adulte, non dei ragazzini e ben presto sia Regina che Mattia iniziano a percepire dei cambiamenti nei loro partner: Isabel, dapprima sempre perfetta in tutto e per tutto, inizia ad essere un po' distante nelle cose che fa, ha spesso la testa da un'altra parte... e Andreas, a sua volta, inizia a essere molto più freddo e scostante con Regina. Insomma: sono ad un bivio, e dopo l'ennesimo incontro (stavolta appositamente "programmato") in cui tra i due accade qualcosa, ormai è praticamente impossibile far finta di niente. Bisogna quindi decidere cosa fare: troncare definitivamente il tutto, oppure assumersi le proprie responsabilità e cambiare vita. Andreas non ha dubbi, sa quello e chi vuole, ma Isabel - invece - è combattuta: non è facile chiudere un matrimonio e d'altronde tutta quella storia con Andreas non era affatto prevista...

Lucrezia ha creato due personaggi validi, ben delineati (soprattutto Andreas) e una storia importante, raccontata da entrambi i punti di vista. Per esperienza personale passata, so quanto sia difficile portare avanti una relazione a distanza, poi in questo caso le difficoltà sono raddoppiate come minimo, a causa dei rapporti preesistenti di entrambi... Insomma, non so, fatico ancora a capire se e quanto questo romanzo mi sia piaciuto, devo ammetterlo.
Anche il finale aperto non mi ha convinta... forse un capitolo esplicativo in più (dal punto di vista di Isabel) avrebbe facilitato un po' le cose al lettore, non so.

Voto:  3 (un pochino scarso)/5 



Spero comunque di leggere presto qualcos'altro di quest'autrice, perché secondo me può regalarci delle forti emozioni, proprio come nel suo primo romanzo d'esordio.

Bene, per oggi chiudo qua. Voi l'avete letto? Vi è piaciuto? :)

giovedì 24 novembre 2016

Le segnalazioni di oggi...

Pubblicato da Jess 91 a 14:39:00 0 commenti
Ciao a tutti! :) Brrr, oggi ho particolarmente freddo... è un po' troppo presto per il tè pomeridiano, peccato! 

Oggi sono qui per segnalarvi tre diverse opere, vediamo di cosa si tratta! 

 Titolo: Vuoi ballare con me?
Autrice: Rosita Romeo
Editore: Rizzoli - Youfeel
Genere: romance contemporaneo
Data: 28/10/2016
Link Amazon: qui
Pagine: 115 
Prezzo: 2,99 €

Trama:

Sofia, neolaureata in giurisprudenza, è reduce da una bruciante delusione d’amore con la stella nascente degli avvocati milanesi; Jesper è un brillante broker italo-svedese in trasferta a Milano per dimenticare un amore difficile. Fin dal primo incontro tra i due scatta una forte attrazione ma entrambi sono restii a concedere di nuovo il loro cuore. Tuttavia, tra il fuoco incrociato di ex che tornano alla carica, agguerrite rivali, scandali finanziari, finti fidanzamenti, equivoci e risentimenti, l’amore riuscirà a scardinare le loro difese e a tessere nuovi inaspettati scenari.
Il romanzo contiene un'altra love story: Paul Strindberg, amministratore delegato del gruppo finanziario svedese, per il quale anche Jesper lavora, e Giulia Fenis rampante manager italiana del gruppo. Entrambi freddi e dediti alla carriera non sono affatto propensi a concedersi ai sentimenti ma saranno sorpresi dall’amore che cambierà completamente le loro vite.



Titolo: Un Amore D'AltaModa
Autrice: Roberta Damiano
Pagine: 328
Editore: Youcanprint
Prezzo: €1,99/17,90
Formato: E-book/Cartaceo
Genere: Romanzo Rosa
Link Amazon: qui
PAGINAFB: qui

Trama:
Nel cuore strapazzato e stropicciato di Melanie Thompson non c'è più spazio per l'amore, almeno non più per un uomo. Melanie ha un sogno: diventare una stilista affermata, ma fino ad ora ha avuto tutto tranne che vita facile! A completare il suo quadro disastroso sarà un incontro burrascoso con un uomo di gran classe. Questo incontro le farà cambiare idea sull'amore? E riuscirà tra invidie e pettegolezzi a realizzare il suo sogno?

BOOKTRAILER: qui.


ESTRATTO:

Mentre il liquido rosso riempiva i bicchieri, Beregan con l'altra mano si slacciò i primi bottoni della camicia lasciando intravedere una V di pelle tesa e abbronzata. Prese i bicchieri e si avvicinò a me tendendomene uno. «Un brindisi alla tua inesperienza come ladra.» I nostri bicchieri tintinnarono al tocco. «Ringraziami. Avrei potuto fare un bel gruzzoletto» ironizzai e bevvi quel nettare prelibato che scese riscaldandomi la gola. Chiusi gli occhi assaporandone goccia per goccia e mi leccai il labbro inferiore come estasiata. Un verso rauco fece vibrare il mio corpo che andò in fiamme centimetro per centimetro. Aprii gli occhi e lo vidi appoggiato al piano centrale della cucina ad osservarmi con una grande intensità nello sguardo. Posò il bicchiere vuoto sul piano e si avvicinò al banco colazione poggiandovi gli avambracci sopra e con un dito cominciò a giocherellare con una mia ciocca di capelli facendomi scorrere un brivido lungo la colonna vertebrale. Posai il bicchiere e mi schiarii la gola senza riuscire ad allontanarmi da lui.
 
 
Titolo: Deejay per caso 
Autore: Christian Simoniello
Editore: Rapsodia
Prezzo: 15.00 €
Formato: cartaceo
Link Amazon: qui
 
 
Trama:  
 
Una fredda notte di dicembre e l'odore di un mandarino sbucciato: basta questo per far riaffiorare certi ricordi... il suono della radiosveglia, i gradini scesi due alla volta e il colloquio che da tanto Christian aspettava: deejay di Vinyl Radio?! Il trasloco e le ombre dal passato rimettono tutto in discussione. Milano si mescola a una vacanza con gli amici in Puglia, e il cuore di Christian, che sembrava essersi addormentato per sempre, si risveglia quando Serena appare e scompare fra i vicoli dei paesi del Gargano e nei suoi sogni. A suon di musica, Christian proverà a prendersi la vita che vuole vivere e l'amore.
 
Bene, per oggi è tutto! Vi incuriosisce qualche titolo? A presto! ^^

mercoledì 23 novembre 2016

WWW... Wednesday! #23

Pubblicato da Jess 91 a 14:30:00 5 commenti
Buon pomeriggio! :) Approfitto di questa pausa per aggiornarvi sulle letture settimanali come ogni mercoledì, grazie alla rubrica ideata dal blog "Should Be Reading".

What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?) 

In questi giorni sto riflettendo su cosa leggere, tempo libero permettendo. Dovrei riprendere anche "La distanza tra me e te"... vedremo! :)
 What are you recently finish reading?
(Cos'hai appena finito?)
  
Sono finalmente riuscita a leggere "E' solo una storia d'amore" di Anna Premoli. Mi è piaciuto un sacco, l'ho finito in due giornate scarse. Trovate la recensione qui! De "Il viaggio dell'eroe" vi ho già parlato allo scorso WWW. Non farò una recensione, ma posso ribadire che è una lettura interessante e soprattutto utile.

 


















What do you think you’ll read next?
(Quale pensi sarà la tua prossima lettura?)
Come già detto lo scorso mercoledì, ho ancora qualche lettura da recuperare e, nonostante ciò, mi attirano anche dei titoli che al momento non ho e spero di acquistare presto! :)
Bene, ora torno a studiare... Voi che mi raccontate? Lasciatemi i vostri WWW qui sotto, a presto! ^^ 

lunedì 21 novembre 2016

È solo una storia d'amore, Anna Premoli - recensione

Pubblicato da Jess 91 a 11:18:00 9 commenti
Buongiorno a tutti! Come va? Oggi sono qui per parlarvi del nuovo romanzo di Anna Premoli, È solo una storia d'amore (edito dalla Newton Compton), presentato a Roma il 4 novembre. Devo dire che non vedevo l'ora di iniziare a leggerlo! Come ormai sapete adoro Anna e questo libro proprio non poteva passare inosservato... L'ho praticamente divorato tra sabato e domenica, costringendomi a restarci incollata fino a tardi. 

Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l’inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l’unico, l’agente letterario e l’editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, “rosa”: un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d’oggi è capace di scrivere una banale storia d’amore… O no?


Dunque, questo libro - come ha riferito la stessa autrice - vuole essere una provocazione e oggetto di riflessione. I temi fondanti sono l'amore e il romanzo rosa. Ebbene, sul primo non c'è molto da discutere, no? Che sia un bel sentimento, seppur a volte causa di disperazioni e viaggi mentali, lo dicono tutti. Sul secondo, invece, le critiche sono state (o sono?) tutt'altro che accondiscendenti, c'è poco da dire. Se n'è parlato anche alla presentazione a Roma di questa cosa: i libri rosa sono scontati, per donnicciole con la testa perennemente tra le nuvole... insomma: chi più ne ha ne metta! Ebbene, Aidan - affascinante e pomposo scrittore "fresco" (nemmeno tanto!) di Premio Pulitzer - rappresenta proprio il maschilista con la puzza sotto al naso. E, quando si rende conto che nella libreria del suo agente Norman - amico di vecchia data - spopolano proprio i romanzi "dalla copertina fucsia" per poco non sviene. Ne è orripilato, disgustato... è quasi tentato di dargli fuoco e no, non sto esagerando, credetemi! Dall'altra parte abbiamo Laurel, scrittrice di numerosi romanzi rosa che si firma con lo pseudonimo di Delilah Dee (abbastanza tremendo, povera!). I due non potrebbero essere più mentalmente distanti di così: lui ama essere al centro dell'attenzione ed è abituato a donne che baciano la terra dove cammina... lei è più comune, una con i piedi per terra, infatti scopriamo presto che non rispecchia affatto il classico stereotipo da "scrittrice rosa". Che poi, sinceramente, chi lo fa? Personalmente anch'io leggo e scrivo "rosa", ma come Laurel sono una che ha praticamente sempre sopportato poco il colore (forse ultimamente l'ho annoverato tra i "passabili", ma dipende dalla sfumatura! XD) e soprattutto sono decisamente più romantica nei libri che nella realtà! 
Ma torniamo al libro di Anna, non divaghiamo! Insomma, Aidan e Laurel - nonostante tutte le diversità - hanno però in comune proprio Norman, l'agente letterario e questo sarà proprio causa del loro primo incontro (alquanto comico), presso uno Starbucks nelle vicinanze... Pur non essendo l'uno il "tipo ideale" dell'altra - Laurel preferisce di norma gli uomini biondi e decisamente meno "buzzurri" e Aidan muore invece dietro alle tipe senza troppo cervello, a detta sua - si troveranno ben presto costretti a lavorare insieme. Aidan, infatti, a seguito di un'intervista penosa  dalla quale fa emergere tutta la sua apparente spocchia, si incastra praticamente da solo e si ritrova costretto a scrivere proprio uno di quei "terribili" romanzi ROSA. E chi, se non Laurel, potrebbe mai aiutarlo? Ammettiamolo: lui ha vinto un premio prestigioso, ma è pur sempre fermo al suo primo e unico libro, mentre lei ne ha scritti ben dodici, ottenendo sempre successo... C'è da dire inoltre che lei, a differenza del Signor Pulitzer, ha letto il suo libro (e le è anche piaciuto!), mentre Aidan non si è sognato nemmeno minimamente di farlo e per un po' preferisce rimanere ben arroccato sul suo piedistallo... dal quale Laurel lo farà cadere a suon di calci nel sedere! :D

Anna Premoli ci ha regalato anche stavolta un romanzo divertente, scorrevole e con dei personaggi fantastici (anche le amiche di Laurel sono favolose, diciamolo! E poi moriamo tutti dalla voglia di saperne di più su Norman e Alex... dài Anna, facci sapere presto! <3). Ho adorato Laurel e mi sono rivista molto nel suo carattere (con le protagoniste dei suoi romanzi mi succede spesso), mentre inizialmente Aidan non si fa proprio "digerire"... sarà che anch'io non sopporto i tipi altezzosi e pieni di sè... anche se la maggior parte delle volte è solo apparenza. 

VOTO: 5/5




Provando a immaginare Laurel e Aidan, ho pensato a questi due attori... che ne dite? 
Per oggi è tutto, fatemi sapere se l'avete letto e/o se avete intenzione di farlo. A presto! :)

  

mercoledì 16 novembre 2016

WWW... Wednesday! #22

Pubblicato da Jess 91 a 10:51:00 8 commenti
Buongiorno a tutti! :) Come va? Questa settimana ero quasi tentata di saltare il WWW, perché purtroppo i miei tempi sono sempre più ristretti e per il momento ho dovuto mettere un po' da parte gli svaghi. Spero di riuscire a riprendere il ritmo a dicembre...
Proviamoci ugualmente! Ricordo che questa rubrica è stata ideata dal blog "Should be Reading".

What are you currently reading?
(Cosa stai leggendo?) 

Ho quasi terminato Il viaggio dell'eroe di Vogler, di cui vi ho accennato la settimana scorsa. Lo so, esula molto dalle mie solite letture e generalmente non parlo dei testi "universitari", ma questo merita veramente di essere letto. E' praticamente un manuale di scrittura/sceneggiatura, ma è scritto in modo scorrevole e coinvolgente, credetemi! Quindi se vi capita non fatevelo scappare!




 What are you recently finish reading?
(Cos'hai appena finito?)

Passiamo direttamente alla domanda successiva... ^^'''''

What do you think you’ll read next?
(Quale pensi sarà la tua prossima lettura?)
*fa un bel respiro* Allora... so che NON dovrei assolutamente continuare a comprare libri/ebook, perché ne ho un bel po' in sospeso (il nuovo di Anna Premoli, quello di Lucrezia Scali da terminare, L'amico immaginario da iniziare ecc...), però ammetto di curiosare spesso tra le novità e m'ispirano particolarmente un paio di titoli, ovvero Fangirl e Petali di me... voi li avete letti? Che mi dite? :D
 
 

sabato 12 novembre 2016

Segnalazione "È qui che volevo stare" di Monica Brizzi

Pubblicato da Jess 91 a 13:20:00 0 commenti
Ciao ragazze/i! :) Come va? Qui inizia a sentirsi un bel freschetto devo dire e per il momento è piacevole... insomma, a chi non piace starsene al calduccio a leggere o guardare un telefilm (quando si ha tempo), magari con una bella cioccolata calda o un tè tra le mani? 

Oggi sono qui per segnalarvi un romanzo rosa autopubblicato, "È qui che volevo stare" di Monica Brizzi. L'uscita dell'ebook risale al 30 marzo, ma il cartaceo è più recente (30 settembre). Scopriamo insieme di cosa parla:


Titolo: È qui che volevo stare
Autrice: Monica Brizzi
Pagina Facebook autrice: https://www.facebook.com/ilmondodim/
Casa editrice: autopubblicato
Genere: romance
Pagine: eBook: 150 ; cartaceo: 248
Prezzo: eBook:  1.99 € ; cartaceo: 11,48
Formato: eBook e cartaceo
Data di uscita: 30 marzo
Link Amazon (eBook): https://goo.gl/Jcjwvj
Link Amazon (cartaceo): https://goo.gl/1PX1Qa
 
Trama
 
Una promessa fatta dieci anni prima. Tornare in Grecia, ancora una volta, tutti insieme. È questa l’idea che spinge un gruppo di trentenni a ripetere la gita dell’ultimo anno di scuola. Peccato che Sofia, una ventinovenne così rossa e piena di lentiggini da essersi meritata il soprannome di Gnomo, non sia pronta a ritrovare tutti, soprattutto Michele, l’ex da cui cerca di scappare. Ma anche Giusti e Paolucci, l’imbucato Martinelli, le ragazze della E, il professore di storia dell’arte, la bidella, Tommaso, l’amico di sempre, il ragazzo di Ragioneria che conosce sin dai tempi delle medie. Tra strane scoperte, nuovi amori, tradimenti, serate in discoteca, pianti e risate a non finire, immersa nella Grecia delle grandi divinità, Sofia riuscirà una volta per tutte a sconfiggere la sua chimera?

Estratto:
 

Davanti ai nostri occhi stanchi e accaldati appare il minibus da sedici posti che abbiamo prenotato per tutta la settimana. Il nostro autista è un uomo sulla cinquantina con dei baffi a punta talmente pronunciati che sono lì e lì per dire “Pedro, esto es Estathè!”, ma per fortuna mi ricordo di essere in Grecia, e non in Spagna, e ascolto il suo vero nome. Zenas, dice di chiamarsi in una lingua a metà tra l’inglese e il greco. Stefano Giusti di greco ha sempre saputo poco, non più di quanto ne sapessi io, ma evidentemente qualcosa in quella zucca semivuota è rimasto e se ne esce con un kalòs kai agathòs che sciocca tutti, autista compreso.
«Sei proprio un coglione Stefi! È greco antico! È come se ti parlassero in latino!» abbaia Anita sistemandosi lo zainetto sulla spalla.
«Il concetto di unità di bellezza e valore morale nello stesso individuo dovrebbe essere compreso da tutti, indipendentemente dalla lingua parlata», ci ammonisce Marco Pitti.
Scuoto la testa perplessa e vedo che anche Tommaso fa la stessa cosa.
«Cosa sono venuto a fare?»
«La Norvegia era indubbiamente la scelta migliore.»
«Norvegia, ragazze bionde, fiordi, ragazze bionde», elenca per ricordarsi cosa si sta perdendo. 
«Ti sei dimenticato le ragazze bionde.»
 
 
L'autrice:
 
Monica Brizzi, classe 1983, scrive da quando è poco più che una ragazzina. Ama leggere un po' di tutto, dai grandi classici alla fantascienza. Quando scrive, però, finisce quasi sempre per raccontare storie d'amore ironiche. Oltre a È qui che volevo stare è autrice di Innamorarsi ai tempi della crisi Il mio supereroe, edito da Delos Digital. Gestisce un blog in cui parla di tutto e di niente, anche se i temi conduttori sono la scrittura, i libri e la sua timidezza. 
 

 
Avete già letto questo libro? Vi ha incuriosito? :) Alla prossima!

 

La ragazza col Kindle Template by Ipietoon Blogger Template | Gift Idea