domenica 8 maggio 2016

So che ci sei - Elisa Gioia

Pubblicato da Jess 91 a 22:45:00
Buonasera! :) Ho appena terminato "So che ci sei" di Elisa Gioia e sono qui con una recensione non a caldo... bollente! Giuro che ho ancora le lacrime agli occhi, non scherzo! Un bel respiro... e via!


C'è qualcosa di peggio che essere tradita e mollata dal ragazzo con cui pensavi di passare tutta la vita. Ed è vederlo online su WhatsApp, per tutta la notte, e sapere che non sta scrivendo a te, non sta pensando a te, ma a qualcun altro. 
È proprio quello che capita a Gioia al suo ritorno da Londra, dopo aver passato mesi facendo di tutto per tornare da Matteo, cantante di un gruppo rock che sembrava irraggiungibile e invece quattro anni prima era diventato il suo ragazzo. Peccato che ad aspettarla all'aeroporto, al posto di Matteo, ci sia il padre di Gioia, l'aria affranta e un foglio A4 tra le mani, con la magra e codarda spiegazione del ragazzo che non ha neanche avuto il coraggio di lasciarla guardandola negli occhi. 

Dopo mesi di clausura, chili di gelato e un rapporto privilegiatissimo col suo piumone, però, Gioia si fa convincere a passare un weekend con le sue migliori amiche a Barcellona. Non c'è niente di meglio di un viaggio, qualche serata alcolica e un po' di chiacchiere tra donne per riparare un cuore infranto. Se poi a questo si aggiunge un incontro del tutto inaspettato con un uomo che pare spuntato direttamente dalla copertina di un magazine di successo, la possibilità di ricominciare pare ancora più vicina. E, soprattutto, la consapevolezza che l'amore vero non ha bisogno di "ultimi accessi" di status o faccine sorridenti. È tutto da vivere, là fuori, a telefoni rigorosamente spenti.


Inizio la recensione con una parola: uragano. Chi ha letto il libro di Elisa mi capirà senz'altro! Per chi non lo avesse ancora fatto, trattasi del soprannome della protagonista, Gioia Caputi, una ragazza che è appena stata mollata in un pessimo modo (dopo una relazione di quattro anni) dal suo ragazzo Matteo, cantate di una band rock di successo. Riprendersi non è facile, anzi, molto meglio nascondere i sentimenti e le emozioni in un angolino del cuore e far finta che sia tutto ok, no? Come non capirla! Mi sono rivista molto in Gioia, del resto penso sia capitato un po' a tutte le lettrici.
Questo libro l'ho letteralmente di-vo-ra-to. L'avevo appena iniziato pochi giorni fa e oggi ne sono praticamente rimasta incollata fino alla fine. Magari non è saggio scrivere una recensione così "a caldo", però devo dire che le emozioni ci sono tutte e non potrei proprio fare a meno di riportarle qui sul blog. La storia mi è piaciuta molto, così come i personaggi (Bea e Marco li ho adorati tantissimo!) e lo stile di Elisa. Il libro è scorrevole, frizzante, simpatico... poi diventa sempre più un uragano di emozioni, ti travolge e ti fa sorridere, ma anche piangere (giuro: ho ancora gli occhi lucidi!). Christian Kelly è... wow, come non amarlo? Ho passato praticamente più del 90% del libro ad amarlo. Matteo, invece, se per pochissimissimi secondi - non so come - era riuscito a impietosirmi, alla fine l'avrei visto bene soltanto steso a terra dopo una scarica di pugni da parte di Gioia! 

Insomma: fino a quasi fine libro ero praticamente con gli occhi a cuore, l'aria trasognante eccetera eccetera, poi di colpo tutto cambia (non voglio spoilerare!), tant'è che ho dovuto rileggere un paio di volte alcune parti per capire se mi fossi sbagliata o cosa. Ci sono rimasta proprio male, un pugno nello stomaco, e le lacrime, che prima erano state di gioia e commozione, alla fine non erano altro che frutto di delusione, amarezza e rabbia... Ok, mi sono informata e so che a giugno ci sarà il seguito di "So che ci sei" (per fortuna!), ma questo non esclude comunque la mia voglia di afferrare Kelly per il collo e dirgliene quattro! Non è possibile, cavolo! Quella e-mail, poi! Io spero - e ne sono praticamente convintissima - che lui l'abbia scritta solo per scatenare l'uragano-Gioia e aiutarla finalmente a tirar fuori gli attributi. Poi dai, anche Sabrina - la capa - che alla fine le dice quella frase... insomma, DEVE essere così, per forza! Sì, sono ancora sconvolta e preda delle emozioni post-lettura. Ammetto che proprio ieri ho visto il ventesimo episodio di Once Upon a  Time e ancora non mi riprendo per la batosta... ma non divaghiamo, chi l'ha visto mi capirà di sicuro! :'( 
Insomma, attendo il seguito con ansia, vedremo cosa combinerà Gioia stavolta! 


P.S: quando ho letto della canzone dei Lifehouse, You and Me, non ho potuto fare a meno di sorridere e ritrovarmi con gli occhi lucidi, perché anche per me è stata una canzone importante tempo fa...  :)

Bene, per stasera è tutto. Meglio filare a letto, la sveglia domattina suonerà presto! :S

P.P.S: devo terminare "Tentare di non amarti", ma ho come l'impressione che anche quello di Amabile sarà una tempesta di emozioni! Sono arrivata a buon punto e l'ho messo in pausa solo per leggere in contemporanea questo di Elisa.

Il mio voto: 4.5
Il "finale" è un nodo alla gola bello tosto da mandare giù!   




Buonanotte! Attendo i vostri commenti/pareri! 



























2 commenti:

Ophelie ha detto...

Finito ieri... non vedo l'ora che esce il seguito! Sono come Gioia, Mister Kelly dipendendente. Mi sono ritrovata a ridere come una matta, ho sfiorato per un soffio il ricovero al CIM! Vallo a spiegare, a chi ti guarda nella sala del dentista, che stai ridendo a crepapelle per un libro. XD

Jess 91 ha detto...

Ciao cara! :) hahaha come ti capisco! A me succede spesso sul treno XD bene bene allora attendiamo insieme il seguito! ♡

Posta un commento

 

La ragazza col Kindle Template by Ipietoon Blogger Template | Gift Idea